Valutazione stress lavoro correlato

Valutazione stress lavoro correlato

 Stress Lavoro Correlato: la normativa a supporto della performance aziendale

Per il D.Lgs 81/08 del 9.4.08, “Testo unico sulla Sicurezza sul Lavoro”, ogni azienda è tenuta a determinare il proprio livello di Stress Lavoro Correlato e a programmare, di conseguenza, misure di prevenzione e correzione su tutti i rischi aziendali (anche in modifica al precedente D.Lgs 626 che indicava solo i rischi oggettivamente constatabili).

La responsabilità ricade sul datore di lavoro che perciò deve ricorrere a un professionista con corretti requisiti e capacità, adeguati alla natura del rischio: l’obiettivo finale è quello di garantire la sicurezza e la salute dei propri dipendenti. Non si deve mai dimenticare, infatti, che un mancato intervento ha sempre dei costi per l’azienda, poiché i fattori che causano lo Stress Lavoro Correlato sono sempre di origine e imputabilità organizzativa.

Vi sono aspetti della progettazione, dell’organizzazione e della gestione del lavoro -nonché degli spazi e degli strumenti lavorativi-, che possono arrecare danni fisici, psicologici e sociali al lavoratore. La normativa interviene, quindi, a ristabilire il Benessere Organizzativo.

Il beneficio ulteriore del processo di gestione del rischio di Stress Lavoro Correlato, è una generale miglioria della performance del lavoratore, poiché la personale efficacia lavorativa si correla positivamente con il sentimento di benessere organizzativo.

Il Benessere Organizzativo: una forma di ascolto strategico

Si parla di Benessere Organizzativo in presenza di quei nuclei culturali dei processi e delle pratiche organizzative che animano la dinamica della convivenza nei contesti di lavoro. Gli interventi a suo favore promuovono, mantengono e migliorano la qualità della vita e il grado di benessere fisico, psichico e sociale delle comunità lavorative.

A una iniziale valutazione del rischio di Stress Lavoro Correlato, seguono la promozione e l’implementazione di tutta una serie di strategie volte alla sua riduzione, in linea con il Decreto Legislativo.

Ogni intervento sul benessere organizzativo deve essere strutturato seguendo specifici elementi che sono:
– finalità e obiettivi
– contenuti e metodologia
– mezzi e strumenti
– verifica e valutazione
– competenze attese
– prodotto finale presentato

A seguito di ogni intervento ci si attende che i livelli di Stress Lavoro Correlato diminuiscano (soprattutto ad ogni momento di re-test) e che ogni singolo operatore abbia acquisito delle competenze concrete per fronteggiare le situazioni stressanti.